EurActive.it

Home > News > Bce: In Italia progressi su Npl, ma non basta

di Mf-DowJones News

Facebook Twitter Linkedin
Bce: In Italia progressi su Npl, ma non basta

14/06/2017 14:11

Per Vitor Costancio, vicepresidente della Banca Centrale Europea, l'Italia ha migliorato in maniera evidente la gestione dei crediti deteriorati ma è ancora lontana dal raggiungere una situazione pienamente gestibile del problema

In Italia sono stati fatti significativi progressi sulla gestione degli Npl, ma ancora non bastano per tornare a una situazione di normalitá.

Lo ha detto nel corso del suo intervento a un convegno su Basilea3 il vicepresidente della Bce, Vitor Constancio, sottolineando come nonostante "una visibile riduzione" dei crediti deteriorati detenuti dalle banche italiane, "i progressi nel ridurli a livelli gestibili restano insufficienti".

Constancio ha quindi messo in evidenza come livelli elevati di Npl "mettono sotto pressione i livelli patrimoniali, erodono i finanziamenti e la capacitá operativa, compromettendo così l'abilitá delle banche di sostenere l'economia".

Il vice presidente dell'Eurotower ha poi spiegato come "nel settore bancario italiano sembrano esserci margini per ulteriore consolidamento" visto che risulta essere uno dei sistemi "con meno concentrazione in Europa".

Un'analisi, ha sottolineato, "riconosciuta anche dalle autoritá italiane, che negli ultimi anni hanno introdotto una serie di misure che puntano a consolidare e modernizzare il settore bancario, come la riforma delle Bcc".

Questi interventi, ha aggiunto, rappresentano "passi importanti per agevolare ulteriori consolidamenti del settore, che sono accolti favorevolmente in Italia e nel resto dell'area euro".

Parlando dell'intervento dello Stato nelle banche in crisi, Constancio ha rilevato come "in linea di principio l'instabilitá finanziaria può portare a costi piú alti" del salvataggio. "Il messaggio generale - ha concluso - è che la stabilitá finanziaria va sempre tenuta in considerazione negli interventi sul settore bancario".





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154