EurActive.it

Home > News > Brexit: via libera del Consiglio Ue a seconda fase negoziati

di Francesco Chierchia | MF- Dow Jones News

Facebook Twitter Linkedin
Brexit: via libera del Consiglio Ue a seconda fase negoziati

15/12/2017 17:21

Semaforo verde dei leader dell'Unione europea: i confronti sulle future relazioni tra Bruxelles e Londra possono passare allo "stadio 2". Soddisfazione di Tusk e May, ma ci sono ancora nodi da sciogliere

Via libera dei 27 Stati dell'Unione europea ad aprire ufficialmente la prossima fase delle trattative sul futuro rapporto con il Regno Unito.

"I leader europei sono d'accordo per iniziare la seconda fase dei negoziati. Congratulazioni alla premier Theresa May", ha annunciato oggi il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, al termine dei due giorni del Consiglio Ue, a Bruxelles.

L'accordo per la separazione presenta numerosi ostacoli, e per questo i Ventisette hanno stilato un calendario per pianificare le attività da svolgere nei prossimi mesi. In particolare, "a gennaio 2018" i membri Ue dovrebbero discutere "direttive negoziali addizionali" sul periodo transitorio che dovrebbe regolare i rapporti con il Regno Unito nei due anni dopo la Brexit.

Inoltre, stando alle linee guida approvate, "il Consiglio europeo continuerà a seguire con attenzione i negoziati e adotterá nuove linee a marzo 2018, in particolare per quanto riguarda la cornice delle future relazioni". Da parte dell'Ue c'è piena volontà di "istituire partnership in temi legati al commercio e alla cooperazione economica, alla lotta al terrorismo e al crimine internazionale, alla sicurezza, difesa e politica internazionale".

Durante di transizione, però, i leader Ue hanno chiesto alla Gran Bretagna di rispettare l'intero complesso delle norme comunitarie, senza tuttavia partecipare alle istituzioni e pagando la propria quota nel bilancio europeo.

"Dal momento che durante la transizione la Gran Bretagna continuerá a partecipare all'unione doganale e al mercato unico, con tutte le quattro libertá - si legge nel testo - dovrá continuare a rispettare la politica commerciale della Ue, applicare le tariffe doganali dell'Unione e assicurare che siano compiuti tutti i controlli al confine previsti alla Ue relativamente ai Paesi terzi".

Nonostante i nodi ancora da sciogliere, dopo mesi di trattative "quello di oggi è un passo importante sulla strada per ottenere una Brexit graduale e ordinata e per formare la nostra speciale partnership futura", ha scritto su Twitter la prima ministra britannica, Theresa May.

"L'apertura della seconda fase negoziale non sarebbe stata possibile senza l'unità dei 27 Paesi - ha sottolineato Tusk durante una conferenza stampa al termine del vertice - ora dobbiamo prepararci e attendere la proposta della Gran Bretagna, che deve chiarire meglio le sue posizioni sui rapporti futuri". "L'anno prossimo adotteremo le linee guida e avvieremo i negoziati. Conto sull'unitá di tutti gli Stati membri", ha concluso.


TAG




EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2019 Partita IVA 08931350154