EurActive.it

Home > News > Catalogna corre verso commissariamento

di MF Dow Jones News

Facebook Twitter Linkedin
Catalogna corre verso commissariamento

26/10/2017 18:45

La vicepresidente spagnola, Soraya Saenz de Santamaria, ha annunciato che Madrid ricorrerá all'articolo 155 della Costituzione, che prevede il commissariamento della Catalogna con misure straordinarie

Si fa sempre piú aspra la battaglia tra il Governo spagnolo e la Catalogna per l'indipendenza della regione. Dopo una lunga serie di botta e risposta sull'asse Madrid-Barcellona, oggi il leader catalano, Carles Puigdemont, ha tenuto un discorso alla Generalitat in cui ha escluso la convocazione di elezioni anticipate.

Subito dopo, comparendo davanti al Senato, la vicepresidente spagnola, Soraya Saenz de Santamaria, ha invece annunciato che Madrid ricorrerá all'articolo 155 della Costituzione, che prevede il commissariamento della Catalogna con misure straordinarie.

Puigdemont, il cui intervento era stato previsto inizialmente alle 13h30 per annunciare elezioni anticipate a dicembre, è comparso dinnanzi alla Generalitat catalana alle 17h00. "Il mio dovere - ha affermato - è quello di percorrere tutte le strade che possano portare ad una soluzione per evitare l'applicazione dell'articolo 155". La Catalogna non si recherá anticipatamente alle urne, "ho tentato di ottenere le garanzie necessarie, ma non ho ricevuto una risposta responsabile da parte" di Madrid, ha aggiunto.

Il fronte indipendentista sembra sempre piú diviso. E lo stesso presidente della regione sta vedendo man mano venir meno il consenso dei suoi sostenitori. Visto come si è evoluta la situazione, ha concluso, ora sará "il Parlamento catalano a decidere sull'indipendenza".

Al termine dell'intervento di Puigdemont, Soraya Saenz de Santamaria si è presentata in Senato per ribadire la ferma posizione di Madrid. "Dobbiamo rispettare gli obblighi legali, democratici e giuridici - ha esordito - il dovere di qualsiasi Governo è quello di rispettare e far rispettare le leggi".

Successivamente, la vicepresidente ha di fatto confermato l'intenzione del Governo di procedere con il commissariamento della Catalogna. "Per affrontare una situazione così grave - ha spiegato - lo Stato deve ricorrere a strumenti eccezionali. Ciò che è previsto dall'art. 155 della Costituzione non esiste solo in Spagna".

Negli ultimi mesi, a Puigdemont "non sono mancate le opzioni per un dialogo. Ma in Catalogna i governanti non rispettano le regole e ignorano chi non la pensa come loro. Hanno perso il rispetto per i cittadini", ha concluso Saenz de Santamaria.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154