EurActive.it

Home > News > Catalogna: Puigdemont non spaventa, i mercati vanno oltre

di Miryam Magro MF-Dow Jones News

Facebook Twitter Linkedin
Catalogna: Puigdemont non spaventa, i mercati vanno oltre

31/10/2017 16:21

L'ex presidente Catalano dichiara di essere a Bruxelles per continuare a lavorare legittimamente e in sicurezza. Intanto i mercati provano ad andare avanti

Il presidente catalano destituito, Carles Puigdemont, durante una conferenza stampa a Bruxelles ha dichiarato che il Governo della Generalitat continuerá a lavorare legittimamente, nonostante l' applicazione dell'articolo 155 della costituzione spagnola da parte di Madrid. Sul fronte dei mercati, intanto, i Bonos spagnoli provano a lasciarsi alle spalle la crisi della Catalogna. I rendimenti dei buoni del Tesoro decennali della Spagna trattano infatti all'1,48%, sui minimi da fine settembre e quindi prima del referendum catalano sull'indipendenza. Stesso discorso per lo spread tra i Bonos e i Bund tedeschi, attualmente a quota 110 punti base. Bene anche l'Ibex che avanza dello 0,69%.

Il leader catalano, viste le accuse che gli sono state mosse dalla comunitá internazionale a seguito della sua fuga a Bruxelles ieri mattina, ha precisato di non essersi recato in Belgio per cercare asilo politico, ma "per lavorare in libertá e sicurezza", puntualizzando che al momento "non ci sono le condizioni per tornare in Catalogna".

Durante l'incontro con i giornalisti, Puigdemont ha denunciato "l'estrema aggressivitá del Governo spagnolo" nella gestione della crisi catalana, definendo "ingiustificata" l'incriminazione a suo carico da parte della procura centrale di Madrid che, finora, non ha replicato alle sue parole.

L'ex presidente della Catalogna ha lamentato inoltre la "politicizzazione della giustizia spagnola" e il "grave deficit democratico" attualmente presente nel Paese. Puigdemont ha poi esposto alla stampa alcune decisioni prese dalla sua squadra, fra cui quella di partecipare alle elezioni regionali del 21 dicembre, invitando il Governo centrale ad accettare qualunque risultato dovesse emergere dal voto.

Ribadendo l'intenzione di non sfuggire dalle proprie responsabilitá e di non volersi sottrarre alla giustizia, Puigdemont chiede aiuto all'Ue, sottolineando che l'indipendentismo catalano è anche una questione europea.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154