EurActive.it

Home > News > Ceta in vigore, export più facile

di Luigi Chiarello - ItaliaOggi

Facebook Twitter Linkedin
Ceta in vigore, export più facile

21/09/2017 09:00

Diventa operativo il patto di libero scambio Ue-Canada

Da oggi entra in vigore a titolo provvisorio il Ceta, il trattato di libero scambio tra Canada ed Unione europea.

L'accordo sarà pienamente operativo solo quando tutti gli stati membri dell'Unione lo avranno ratificato, conformemente ai rispettivi obblighi costituzionali. Da quel momento entrerà a pieno regime un nuovo sistema giurisdizionale per gli investimenti, che sostituirà l'attuale meccanismo di risoluzione delle controversie investitore-stato (Isds), esistente nei vari accordi commerciali bilaterali, negoziati in passato dai singoli governi nazionali europei.

Il nuovo meccanismo non si fonderà su tribunali ad hoc. Il Ceta offre alle imprese dell'Ue di tutte le dimensioni nuove opportunità di export in Canada. Consentirà alle aziende Ue di risparmiare 590 mln l'anno, attualmente pagati per dazi doganali su merci esportate in Canada.

A partire da oggi spariranno i dazi sul 98% dei prodotti (linee tariffarie) commercializzati dall'Ue con il Canada. Le società non canadesi potranno partecipare alle gare d'appalto pubbliche del paese, non solo a livello federale ma anche a livello provinciale e municipale. Per le piccole imprese dovrebbero ridursi gli oneri burocratici; via la duplicazione delle prove sui prodotti, via le lunghe procedure doganali, via le costose spese legali.

Sul fronte gli agricoltori, ferma restando la tutela di settori sensibili dell'Ue, Bruxelles ha aperto il mercato ad alcuni prodotti canadesi competitivi. Il Canada, da parte sua, consente un migliore accesso al mercato interno per prodotti europei di esportazione, come formaggi, vini, liquori, frutta e verdura, trasformati.

In più, il Ceta proteggerà 143 indicazioni geografiche Ue in Canada. Sul versante dei consumatori, i prodotti e i servizi canadesi che entreranno nel mercato Ue dovranno essere conformi alla regolamentazione Ue.

Nessuna modifica riguarda la disciplina della sicurezza alimentare, per quanto riguarda, per esempio, ogm o divieto di commercializzare carne bovina trattata con ormoni. Il Ceta punta a garantire anche un quadro che consentirà il riconoscimento reciproco delle qualifiche professionali, da quella di architetto a quella di gruista.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154