EurActive.it

Home > News > Commercio, Tokyo vuole l'accordo con l'Ue entro il 2017

di euroefe.es, traduzione di Barbara Pianese

Facebook Twitter Linkedin
Commercio, Tokyo vuole l'accordo con l'Ue entro il 2017

05/01/2017 17:00

Secondo fonti del servizio pubblico radiotelevisivo giapponese Nhk, il governo nipponico mira ad accelerare i negoziati per chiudere l’accordo di libero scambio con l'Unione europea.

Tokyo, secondo alcune fonti, punta a chiudere l'intesa il prima possibile, prima della fine del 2017. Il Paese asiatico è particolarmente interessato ad arrivare a un esito positivo, anche alla luce del probabile fallimento del Partenariato Trans-Pacifico (Tpp), l'accordo di libero scambio che il presidente eletto Usa Donald Trump avversa.

Il governo del primo ministro Shinzo Abe aveva riposto grande speranza nel Tpp che avrebbe dovuto interessare il 40% del pil mondiale ed un terzo del commercio globale. Allo stesso tempo, però, l'elezione di Donald Trump negli Stati Uniti ha messo in pericolo il futuro dell'intesa che copre 12 paesi tra cui Usa, Giappone, Messico, Perù e Cile. Il miliardario ha spesso manifestato la sua contrarietà agli accordi di libero scambio mondiali.

È quindi in questo contesto che Tokyo sta ora cercando di accelerare i negoziati con Bruxelles. Le due parti sono sedute ai tavoli negoziali dal 2013 ma diversi ostacoli devono essere messi da parte prima che l'intesa possa essere chiusa in modo definitivo. Ad esempio il governo di Abe vuole che l'Ue elimini i dazi doganali per i produttori giapponesi di automobili, mentre l'Ue richiede tariffe più basse per i prodotti agricoli e gli alimentari trasformati.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2019 Partita IVA 08931350154