EurActive.it

Home > News > Dalla Francia il primo green bond

di Christine Lejoux | La Tribune, traduzione di Barbara Pianese

Facebook Twitter Linkedin
Dalla Francia il primo green bond

07/09/2016 16:30

La Francia diventerà il primo stato al mondo ad emettere green bond nel 2017 nel quadro del suo sforzo per finanziare gli investimenti in tema ambientale

 

Condizioni di mercato permettendo, la Francia sarà, il prossimo anno, il primo stato ad emettere green bond. Progettati come fonti di finanziamento per investimenti ambientali, questi strumenti finanziari sono stati in precedenza appannaggio di imprese e di un ridotto gruppo di istituzioni pubbliche. 

Ma le cose stanno cambiando molto velocemente grazie al paese d'oltralpe che "conferma il suo ruolo di primo piano, nel solco delle ambizioni dell'accordo di Parigi sul clima dello scorso dicembre", sottolinea Ségolène Royal, ministro dell'ecologia e dello sviluppo.

"L'arrivo dello stato francese sul mercato delle obbligazioni verdi", osserva il titolare del ministero per gli affari economici, Michel Sapin, "ne permetterà di accelerare lo sviluppo rendendo Parigi una delle piazze finanziarie di riferimento nel sostegno alla transizione energetica", conclude Sapin.

 

Un investimento da 9 miliardi di dollari su tre anni

Le dichiarazioni di questi giorni dei due esponenti del governo rappresentano, in realtà, una mera conferma dopo che lo scorso 25 aprile, nel corso di una conferenza, il presidente François Hollande aveva già reso noto il progetto.

La sezione francese del WWF specifica che il governo metterà a disposizione 9 miliardi in tre anni per finanziare investimenti "verdi". L'organizzazione di tutela dell'ambiente ha accolto positivamente l'annuncio con Pascal Canfin, direttore generale dell'ong, che ha sottolineato come si tratti di finanziamenti assicurati qualunque sia l'esito delle elezioni presidenziali, in programma per il prossimo anno. Inoltre, secondo l'ambientalista l'esempio francese può spingere altri paesi, come Cina o Regno Unito, a percorrere la strada delle obbligazioni verdi.

 

Un mercato in forte espansione

Il mercato obbligazionario verde ha fatto la sua prima apparizione nel 2007, con i primi bond emessi da grandi istituzioni pubbliche come la Banca europea per gli investimenti e la Banca Mondiale per finanziare, tra gli altri, progetti di efficienza energetica e di energia rinnovabile. Da allora anche il settore privato, con colossi quali EDF, Air Liquide, Engie e Schneider Electric, è entrato in questo mercato, visto come strumento per finanziare la propria transizione energetica ma anche per diversificare la base degli investitori. Anche le autorità locali hanno fatto la loro parte con le obbligazioni verdi emesse dalle regioni francese Île-de-France, Nord-Pas-de-Calais, Provenza-Costa Azzurra per finanziare il trasporto pubblico locale e programmi di efficienza energetica.

In questo modo il mercato globale per i bond verdi è cresciuto dai 13 miliardi di dollari del 2013  ai 48 miliardi del 2015 mentre il governo francese stima si potrà arrivare a 100 miliardi quest'anno.

 





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154