EurActive.it

Home > News > Dijsselbloem, accordo sui punti chiave della crisi in Grecia

di Mf-DowJones News

Facebook Twitter Linkedin
Dijsselbloem, accordo sui punti chiave della crisi in Grecia

07/04/2017 15:55

Il presidente dell'Eurogruppo comunica che a Malta è stato raggiunto il consenso sulle prossime decisioni politiche che riguarderanno gli aiuti ad Atene

L'Eurogruppo ha raggiunto un accordo di massima sui principali elementi della politica economica della Grecia. L'intesa ha come obiettivo lo sblocco della prossima tranche di aiuti internazionali nell'ambito del terzo programma finanziario finalizzato al riequilibrio delle finanze pubbliche greche nel medio termine, ossia dal 2018 in poi.

Lo ha annunciato il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, al termine della riunione informale a Malta, spiegando che per risolvere la crisi della Grecia, "c'è un accordo sui principali elementi globali del pacchetto di politiche, in termini di dimensioni, tempi di realizzazione e sequenza. Inoltre - ha continuato - la missione delle istituzioni tornerà ad Atene al piú presto per concludere il lavoro tecnico".

L'accordo di massima raggiunto oggi con Atene "include assolutamente il Fondo monetario internazionale. Non parlerei di accordo se non ci fosse anche il Fmi", ha assicurato Dijsselbloem. Tuttavia non è stato ancora definito il percorso di obiettivi di bilancio nel medio termine, in particolare il livello di deficit che rappresenta un elemento chiave per l'eventuale reingresso del Fmi nel contribuire agli aiuti.

In particolare, ha proseguito Dijsselbloem, "abbiamo raggiunto significativi risultati dall'ultimo Eurogruppo. Abbiamo intensificato il dialogo con la Grecia e raggiunto un accordo sugli elementi chiave e sulle grandi riforme".

Secondo il commissario Ue agli Affari economici e finanziari, Pierre Moscovici, "ora ci sono le condizioni affinchè le istituzioni (la ex Troika, ndr) possano tornare a breve ad Atene e raggiungere un accordo definitivo in tempi brevi, perchè è giunto il momento di mettere fine all'incertezza che pesa da troppo tempo sull'economia greca". L'accordo di massima per il commissario Ue "è equilibrato", anche se "il lavoro non è finito. Le condizioni sono sul tavolo. Siamo ottimisti", ha continuato, "meritiamo risultati postitivi dopo tutti gli sforzi compiuti", ha concluso.

Le istituzioni e le autoritá greche sono state invitate a finalizzare l'accordo e poi, ha aggiunto Dijsselbloem, la questione tornerá all'Eurogruppo. E' quindi importante che le autoritá di Atene implementino "velocemente le misure" messe a punto per il risanamento della crisi della Grecia, ha aggiunto Benoit Coeurè, membro del board della Bce, dicendosi "fiero dell'accordo raggiunto oggi. Nelle prossime settimane discuteremo delle misure sul debito" del Paese.

Infine, il ministro delle Finanze greco, Euklid Tsakalotos, ha annunciato che "il presidente Jeroen Dijsselbloem si è detto disponibile a convocare un Eurogruppo straordinario" prima di quello fissato per il prossimo 22 maggio.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2019 Partita IVA 08931350154