EurActive.it

Home > News > Ema, oggi a Bruxelles presentazione dossier Milano

di Laura Bonadies MF Dow Jones News

Facebook Twitter Linkedin
Ema, oggi a Bruxelles presentazione dossier Milano

25/09/2017 15:26

La Regione Lombardia, il Comune di Milano e rappresentanti del governo oggi a Bruxelles per la candidatura del capoluogo lombardo per ospitare l'Agenzia europea del farmaco (Ema)

Con l'appuntamento di oggi parte ufficialmente la volata finale di Milano che si concluderá il prossimo 20 novembre quando il Consiglio degli Affari generali della Ue voterá per decidere a quale delle 19 cittá candidate assegnare la sede dell'Ema. Le rivali piú temibili per ilo capoluogo lombardo sono Amsterdam, Vienna, Copenaghen e Barcellona. Tra le istituzioni locali e nazionali c'è molta fiducia sull'alto valore aggiunto del dossier di Milano, considerato tra i piú competitivi. Il punto di forza è la sede proposta per ospitare l'Agenzia del farmaco: il Pirellone (ex sede della Regione Lombardia) che per il primo anno sará concesso gratuitamente.

Sempre a Bruxelles domani i rappresentanti del sistema produttivo italiano presenteranno la candidatura di Milano alla business community internazionale. L'evento vedrá la partecipazione di esponenti di spicco del mondo delle imprese e della cultura della cittá lombarda ed è organizzato da Confindustria, Farmindustria, Federchimica, Fondazione Milano per Expo 2015, Camera di Commercio Milano Monza Brianza Lodi e Assolombarda. Gli interventi forniranno un quadro completo dei punti di forza della candidatura di Milano, da palazzo Pirelli, pronto per accogliere l'agenzia europea, allo stile di vita e al food italiano, dalle eccellenze nel settore della ricerca fino alla centralitá di Milano nel sistema di trasporto europeo. L'evento si terrá nella capitale belga presso le sale del Concert Noble e il suo selezionato pubblico sará composto da esponenti del mondo farmaceutico, della ricerca ed istituzionale europeo.

Il timore piú grande è che però sulla candidatura di Milano possano prevalere dei criteri politici e non delle valutazioni di merito. Una preoccupazione che è stata espressa anche oggi dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni. "Oggi saremo a Bruxelles", ha spiegato, "perchè in Ema ci crediamo e ci abbiamo investito molto. Milano ha tutte le caratteristiche per vincere. Spero che vengano messe da parte le scelte politiche". A chi gli chiedeva se a suo parere l'indebolimento della cancelliera tedesca Angela Merkel a seguito del risultato elettorale potesse facilitare la candidatura di Milano ad ospitare l'Ema, il governatore ha risposto: "forse sì e forse in meglio. La Merkel aveva un disegno egemonico in Europa, anche per quanto riguarda le agenzie che voleva portare nella sua area di influenza. Può darsi che il suo indebolimento aiuti, ma non mi esprimo".

Elena Zambon, vicepresidente Assolombarda per Ricerca, Open Innovation, Scienze della Vita, Ema e Technopole, definisce quella di oggi "una giornata davvero importante: Milano e il nostro Paese presentano all'Europa i punti di forza della candidatura italiana per ospitare l'Ema. Il nostro dossier, siamo convinti, è il migliore in circolazione. Possiamo competere con successo con le altre cittá europee perchè forti di un territorio con fattori di attrattivitá unici al mondo. Grazie al nostro sistema di universitá e centri di ricerca, alle eccellenze nell'ambito della salute e delle scienze della vita e, non da ultimo, alla posizione baricentrica rispetto a tutte le capitali europee, possiamo garantire la business continuity ai lavori dell'Agenzia e un'alta qualitá della vita ai suoi collaboratori e alle loro famiglie. Sappiamo di poterci misurare ai livelli piú alti, soprattutto per quanto riguarda le conoscenze e le competenze scientifiche, anche perchè nei contesti internazionali, in particolare per la ricerca, siamo giá ampiamente riconosciuti. Come sistema Paese e come territorio milanese il nostro impegno è massimo, per questo ci auguriamo che il Consiglio Europeo riconosca appieno il valore del nostro dossier".





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154