EurActive.it

Home > News > Gentiloni e Padoan stupiti dalle stime dell'Fmi

di Alessia Luzi - MF Dow Jones News

Facebook Twitter Linkedin
Gentiloni e Padoan stupiti dalle stime dell'Fmi

13/06/2017 18:31

Il Fondo Monetario Internazionale ha rivisto al rialzo le previsioni di crescita dell'Italia all'1,3% nel 2017. Commenti entusiasti sono giunti dal premier e dal Ministro dell'Economia

Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, si è detto colpito che "ieri il Fondo monetario internazionale abbia corretto le sue previsioni sulla crescita
in Italia nel 2017 ma non di una 'nticchia, come si dice a Roma. C'è stato un lancio nello spazio: siamo passati da una previsione a gennaio dello 0,7% per la crescita di quest'anno a quella di giugno dell'1,3%. E' una bella crescita". In occasione della visita agli stabilimenti dell'azienda Avio SpA a Colleferro, Gentiloni ha spiegato che "l'Italia è un Paese che merita crescita, sviluppo, ricerca e occupazione. Le notizie degli ultimi giorni ci fanno intravedere previsioni di crescita maggiori di quelle previste" e anche "i dati sulla produzione industriale diffusi dal Csc parlano di grandi cifre".

Tuttavia, ha osservato il premier, "ho la consapevolezza che il lavoro da fare è enorme perchè le grandi cifre non si traducono immediatamente nella risposta delle esigenze delle famiglie e dei giovani, ma questo ci dice che l'Italia ce la può fare".

Anche il ministro dell'Economia e del Tesoro, Pier Carlo Padoan, ha commentato le stime del Fondo monetario internazionale parlando di "cifre gigantesche" al di lá delle previsioni. L'Fmi ha rivisto le stime del Pil "dello 0,5-0,6%, sono cifre gigantesche anche al di sopra delle ottimistiche previsioni del Tesoro che sono piú basse di queste. La cosa mi fa piacere, anche se non mi soddisfa pienamente", ha detto il responsabile di via XX settembre nel corso del suo intervento all'assemblea di Assomime.

"La cosa non mi stupisce perchè nell'intonazione del Pil si sta iniziando a valutare l'impatto microeconomico e strutturale delle riforme", ha aggiunto Padoan sottolineando che "spero che nei prossimi trimestri ci sia il riconoscimento del successo delle misure prese fino ad adesso".





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154