EurActive.it

Home > News > Germania: dibattito TV Merkel-Schulz incentrato su Turchia e immigrazione

di Catherine Stupp - EURACTIV.com | Traduzione di Francesco Chierchia

Facebook Twitter Linkedin
Germania: dibattito TV Merkel-Schulz incentrato su Turchia e immigrazione

04/09/2017 10:11

In vista delle prossime elezioni tedesche, lo scontro di ieri tra la cancelliera e il suo sfidante ha visto al centro il ruolo della Turchia in Europa e l'immigrazione. Pochi i temi relativi alle politiche Ue

Nel dibattito televisivo di ieri tra Angela Merkel e Martin Schulz i temi europei sono rimasti sullo sfondo.

Le elezioni tedesche si svolgeranno il 24 settembre ma, ad esempio, i due leader non hanno parlato nè di Brexit, nè delle proposte di riforma del presidente francese, Emmanuel Macron (che includono un bilancio comune della zona euro e un ministro delle Finanze per i 19 paesi dell'area euro). 

Al contrario, i temi centrali dello scontro TV hanno riguardato la situazione in Turchia e l'immigrazione, con Schulz che ha promesso (in caso di vittoria) di bloccare il processo di adesione della Turchia all'Unione europea.

I candidati hanno poi approfondito alcuni argomenti nazionali, dalla possibile riforma dell'età minima di pensionamento, ai matrimoni gay, fino all'industria automobilistica.

A tre settimane dalle elezioni, l'attuale cancelliera ha ancora un vantaggio considerevole sull'inseguitore. Secondo un sondaggio di sabato, l'Unione Cristiano-Democratica della Merkel sarebbe 14 punti più avanti dello SPD di Schulz.

Tuttavia, dopo il dibattito il 53% delle persone intervistate dall'emittente ZDF ha dichiarato di preferire la Merkel, in calo rispetto al 60% iniziale.

Turchia e immigrazione

Lo scontro più acceso tra i due leader è stato sulla Turchia.

"È stato raggiunto un punto in cui nessun cittadino tedesco può più viaggiare in Turchia. È stato raggiunto un punto in cui (con la Turchia) dobbiamo interrompere i rapporti economico-finanziari, l'unione doganale ed i colloqui di adesione all'Unione europea. Non possiamo farlo da soli, dobbiamo parlare con i nostri partner europei", ha affermato Schulz.

In risposta, Merkel ha annunciato di voler bloccare i fondi di pre-adesione dell'Ue alla Turchia e di non voler rafforzare l'unione doganale con Ankara. No a passi più drastici. "Non ho l'intenzione di rompere i rapporti diplomatici con la Turchia solo per dimostrare di essere più forte in campagna elettorale", ha detto.

Sull'immigrazione, Schulz ha poi criticato Merkel per aver ignorato gli altri Paesi europei quando nel 2015 ha permesso a più di un milione di rifugiati di entrare in Germania.

"Pensavo che fosse giusto quando, vista la situazione, abbiamo detto 'possono venire'", ha detto Schulz, secondo cui però "coinvolgere i nostri vicini europei sarebbe stato meglio".

La decisione della Merkel di agire senza il sostegno di altri membri del blocco è stata un "errore", ha aggiunto, spiegando che Ungheria e Polonia stanno ancora rifiutando di accogliere i rifugiati, creando così notevoli problemi alla Germania.

Merkel ha difeso le decisione adottate nel 2015. Ma ha anche ammesso che la Germania non ha prestato molta attenzione nel supportare il Libano, la Turchia e altri Paesi che hanno accolto grandi quantità di rifugiati.

Punti di intesa

Oltre ai temi finora esposti, i due contendenti hanno risposto anche ad alcune domande dei moderatori, e in alcuni casi le opinioni sono state simili.

Merkel e Schulz hanno sottolineato di voler combattere la radicalizzazione dei potenziali terroristi, e di voler migliorare i servizi di polizia (anche alla luce dell'attentato dello scorso Natale ai mercatini di Berlino). 

Durante le osservazioni di chiusura, Merkel ha espresso il proprio rammarico sul fatto che il dibattito non si sia concentrato abbastanza su questioni fondamentali dei prossimi quattro anni, come le conseguenze dello sviluppo tecnologico sul mercato del lavoro.

Schulz ha ribadito l'importanza della parità sociale e di un'Europa forte.

 





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2019 Partita IVA 08931350154