EurActive.it

Home > News > Intesa Merkel-Schulz, Berlino evita nuove elezioni

di Francesco Chierchia | MF-Dow Jones News

Facebook Twitter Linkedin
Intesa Merkel-Schulz, Berlino evita nuove elezioni

12/01/2018 18:15

Cdu e Spd si preparano a una nuova edizione della Grosse Koalition ed evitano che il Paese ritorni alle urne. Macron e Gentiloni promuovono l'accordo

La Germania non dovrà ricorrere a nuove elezioni. Nonostante le numerose smentite dei giorni scorsi, Cdu e Spd sono giunti a un accordo per la formazione di una nuova Grosse Koalition.

L'annuncio del buon esito delle trattative tra la cancelliera, Angela Merkel, e il leader socialdemocratico, Martin Schulz, è giunto questa mattina, proprio quando gran parte del Paese pensava che si dovesse procedere a una nuova tornata elettorale.

Berlino non è nuova alla "grande coalizione" che, vista l'inedita incertezza politica degli ultimi mesi, sembra a questo punto la soluzione più sicura per garantire un nuovo esecutivo al Paese.

L'intesa tra i due partiti non è definitiva, ma le parti hanno redatto un documento di 28 pagine in cui hanno inserito i punti principali dell'alleanza. Forma e contenuti del testo verranno limati nei prossimi giorni, anche se alcune delle linee guida sono già state rese note dai media tedeschi.

All'interno dell'agenza politica di Cdu e Spd grande importanza sarà ricoperta dalle politiche sull'immigrazione e dalla partnership tra Berlino e Parigi. Per quanto riguarda il primo punto, Merkel e Schulz avrebbero concordato di limitare gli ingressi dei rifugiati ammessi in Germania annualmente a 200.000 unità. In merito al secondo, il rilancio dell'asse franco-tedesco per i due leader potrebbe "dare una nuova spinta e riformare" l'eurozona.

L'importanza della cooperazione tra Germania e Francia è stata ribadita dalla stessa Merkel in conferenza stampa. "Il mondo non aspetta - ha affermato - abbiamo bisogno di un nuovo inizio per l'Europa. La Germania troverá le soluzioni con la Francia" per raggiungere l'obiettivo.

A stretto giro è arrivata la risposta del presidente francese, Emmanuel Macron. "Sono felice e soddisfatto che Merkel possa avanzare verso un Governo di coalizione, che è atteso dall'Europa e dalla Francia", ha dichiarato.

L'accordo tedesco è stato poi accolto con favore anche dal premier, Paolo Gentiloni, secondo cui il patto Merkel-Schulz "getta le basi per un Governo di coalizione in Germania ed è una buona notizia per l'Europa".





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2018 Partita IVA 08931350154