EurActive.it

Home > Special Report > L'agricoltura 4.0 ha i suoi vantaggi

di Aymone Lamborelle, Laura Fernández Álvarez | EurActiv.com

Facebook Twitter Linkedin
L'agricoltura 4.0 ha i suoi vantaggi

07/11/2016 13:30

La necessità di maggiori rendimenti e di una migliore tutela ambientale sta spingendo il settore agricolo a produrre di più con meno. Ma la cosiddetta agricoltura intelligente, o 4.0, potrebbe rappresentare l'elemento di svolta | L'infografica

In Europa l'agricoltura di precisione e l'integrazione delle tecnologie digitali sono destinate a diventare le tendenze più importanti del settore mentre un numero crescente di agricoltori sta iniziando ad adottare nuovi strumenti per gestire le proprie attività in modo efficiente.

Secondo l'industria dei macchinari in Europa dal 70% all'80% (si veda l'infografica allegata) delle nuove attrezzature agricole disponibili in commercio prevede tecnologie di agricoltura di precisione. Il comparto comprende 4.500 produttori che producono 450 diversi tipi di macchine con un giro d'affari annuo di 26 miliardi di euro per un totale di 135 mila persone impiegate.

Tuttavia, la diffusione dell'agricoltura di precisione in Europa è ancora molto bassa. Per esempio solo il 35% delle nuove attrezzature per diffondere il concime è venduta dotata di strumenti di pesatura di precisione, indispensabili per regolare la quantità e la direzione di propagazione.

Ma questi sviluppi in campo agricolo possono potenzialmente aiutare gli agricoltori ad ottenere rendimenti più elevati e meno danni ai raccolti riducendo contemporaneamente l'uso di acqua, di carburanti e di fertilizzanti. Il centro di ricerca dell'Ue, lo European Joint Research Center, ha in particolare stimato che l'agricoltura di precisione può dare un contributo enorme in termini di risparmio di Co2 nel comparto fino al 2030.

Purtroppo queste tecnologie risultano ancora costose per la maggior parte degli agricoltori, soprattutto per i più piccoli. Inoltre l'Europa sta affrontando anche un invecchiamento della forza lavoro nelle aziende agricole e l'introduzione di nuove tecnologie potrebbe risultare in un'agricoltura europea "a due velocità". In molte zone rurali dell'Ue, infatti, l'accesso a Internet è ancora molto limitato e questo frena l'utilizzo dei Big Data. Per questo l'Ue sta spingendo per una rivoluzione digitale nel settore agricolo sostenendo azioni specifiche e offrendo incentivi finanziari alle aziende agricole.

Ma il settore agricolo ritiene che rispettare la normativa europea si rileverà oneroso ostacolando, di conseguenza, l'innovazione futura. Secondo il comparto, infatti, quasi un terzo dell'aumento dei prezzi di un trattore negli ultimi 15 anni è attribuibile agli aggravi legati alla necessità di conformarsi alle nuove disposizioni europee.

 





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154