EurActive.it

Home > News > L'Europa ha bisogno di valorizzare le start-up di data mining

di Michal Sadowski e Michal Brzezicki - EURACTIV.com | Traduzione di Francesco Chierchia

Facebook Twitter Linkedin
L'Europa ha bisogno di valorizzare le start-up di data mining

03/04/2017 14:26

Michal Sadowski, fondatore e Ceo di Brand24, e Michal Brzezicki, co-fondatore e vice-presidente della SentiOne, lanciano l'allarme: la riforma proposta dalla Commissione europea sul diritto d'autore impedirebbe alle giovani imprese di utilizzare testi e tecnologie di data mining con piena certezza del diritto.

Viviamo nell'era dell'economia digitale, dove i dati sono ovunque e vengono prodotti da tutti (dispositivi, servizi, imprese, utenti). In un contesto del genere, l' analisi dei dati diventa più rilevante che mai e di conseguenza assume un'importanza essenziale anche garantire che i sistemi di analisi funzionino senza intoppi per tutti i soggetti che ne fanno uso: imprese locali, università, organizzazioni no-profit e governi.

La proposta della Commissione europea sulla riforma del copyright potrebbe portare le giovani imprese innovative ad iniziare un esodo di massa fuori dall'Ue. Migliaia tra le aziende più innovative in Europa saranno costrette a spostarsi oppure andranno incontro all'estinzione; diventerà così molto più difficile per l'Unione  essere in grado di sviluppare nuovi Skype, Spotify o Pipedrive, ed al contempo sarà decisamente più difficile rimanere competitivi, in particolare con le aziende della Silicon Valley.

Abbiamo avviato le nostre aziende in Polonia e siamo orgogliosi di lavorare lì al fianco di talentuosi team europei. Nonostante tutti i vantaggi che la Silicon Valley potrebbe offrirci, noi preferiamo ancora continuare a svolgere la nostra attività dall'Europa. Riusciamo a sfruttare moltissime risorse di talento con sede in questa regione e cerchiamo di promuovere una cultura di apertura e di cooperazione: è di questo che il settore delle start-up Ue ha bisogno, solo così si può riuscire ad affrontare le società internazionali meglio strutturate.

Inutile dire, quindi, che spostarci fuori dall'Europa rappresenterebbe per noi una scelta drastica ed indesiderata, a cui vorremmo arrivare solo come ultima possibilità. 

Per di più, va detto che non sono solo le start-up che potrebbero essere colpite dal nuovo quadro normativo. Bruxelles ha proposto una legislazione che, indirettamente, potrebbe colpire molti altri soggetti che utilizzano gli strumenti di data mining per pubblico interesse.

Negli ultimi cinque anni abbiamo collaborato con molte università, associazioni no-profit ed enti di beneficenza, e ci siamo impegnati per incoraggiare le imprese provenienti da Stati Uniti, Canada, Australia, Venezuela, Messico, Cina, Emirati Arabi Uniti e molti altri ad avere fiducia nella tecnologia europea.

Ciò che troviamo ancora più difficile da capire è il motivo per cui l'Unione europea metterebbe a repentaglio i suoi sforzi per sostenere le imprese innovative, visto che spende una notevole quantità di denaro in borse di studio e sussidi che aiutano questo settore a crescere: ad esempio, molte start-up in Polonia hanno beneficiato dei finanziamenti dell'Ue come parte dell'Innovative Economy Operational Programme (sostenuto dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dal governo polacco).

Questo programma ci ha aiutato a sviluppare l'estrazione e l'analisi dei dati di testo su siti web, ed ha finanziato i nostri primi viaggi di lavoro negli Stati Uniti dove abbiamo incontrato i nostri primi clienti. Con questa Direttiva, la Commissione sta danneggiando la nostra attività dopo che ha contribuito a promuoverla.

Abbiamo bisogno di incentivare le giovani imprese a diventare globali; dobbiamo dimostrare loro che la delocalizzazione nella Silicon Valley non è l'unico percorso possibile se si intende costruire un business importante. Di conseguenza, c'è bisogno di leggi che che autorizzino le imprese ad esser parte di un nuovo 'mondo di dati'.

Per essere in grado di operare a livello globale mentre si lavora dalla Francia, Polonia, Germania, Romania e Repubblica Ceca, abbiamo bisogno di leggi che consentano il progresso, ed il progresso è impossibile da raggiungere se non siamo in grado di cogliere le opportunità che le tecnologie di data mining possono offrirci.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2019 Partita IVA 08931350154