EurActive.it

Home > News > Sanzioni Usa minacciano rapporti con Ue per Nord Stream 2

di Georgi Gotev | EURACTIV.com with Reuters | Traduzione di Miryam Magro

Facebook Twitter Linkedin
Sanzioni Usa minacciano rapporti con Ue per Nord Stream 2

16/06/2017 12:48

Il Senato americano ha votato quasi all'unanimità a favore di misure contro il Cremlino, che danneggerebbero alcune imprese europee coinvolte nel progetto.

La misura approvata dal Senato amercano mira a sanzionare la Russia per l'intromissione del Cremlino nelle elezioni statunitensi del 2016, per la crisi ucraina e per il sostegno dato al Governo siriano di Bashar al-Assad, nella guerra civile che dura ormai da sei anni.

Se il disegno dovesse passare al parlamento americano e dovesse ricevere la firma del presidente Usa, Donald Trump, promulgherebbe anche le sanzioni precedentemente stabilite dagli ordini esecutivi dell'ex presidente statunitense, Barack Obama, incluse quelle su alcuni prodotti energetici russi. La legislazione consente anche nuove misure contro le miniere russe, i metalli, i trasporti marittimi e le  ferrovie.

Inoltre se la misura diventasse legge, potrebbe minare i rapporti con alcuni Paesi europei. Germania e Austria hanno affermato che le nuove pene potrebbero esporre le società europee coinvolte nei progetti in Russia, incluso quello del gasdotto Nord Stream 2, al pagamento di multe. Il Senato americano ha dichiarato che è stata la politica degli Stati Uniti a continuare a opporsi al progetto di pipeline Nord Stream 2 di Gazprom, dicendo che avrebbe un impatto negativo sulla sicurezza energetica dell'Unione europea, sullo sviluppo del mercato del gas nell'Europa centrale e orientale e sulle riforme energetiche in Ucraina . Gazprom e i suoi partner europei stanno portando avanti il piano di raddoppiare la capacità dell'attuale gasdotto Nord Stream sottomarino dalla Russia verso l'Europa, dal momento che Mosca sta cercando di diversificare l'offerta energetica e di aggirare l'Ucraina. La Commissione europea sta cercando di mediare tra gli Stati membri a favore e quelli contrari al Nord Steam 2.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha dichiarato di non aver avuto bisogno di un mandato della Commissione di negoziare con la Russia su Nord Stream 2. "Penso che alcune questioni legali debbano essere chiarite in relazione a Nord Stream 2", ha dichiarato Merkel a una conferenza stampa con il primo ministro estone Juri Ratas. "Si tratta di un progetto economico e non credo ci sia bisogno di un mandato extra per portarlo avanti".

Il Vice Direttore Generale di Gazprom, Alexander Medvedev ha commentato che le sanzioni statunitensi proposte sono finalizzate a rafforzare le esportazioni di gas naturale liquefatto (LNG) dagli Stati Uniti all'Europa. "Per quanto riguarda l'attuazione delle sanzioni, non nascondono che ciò sia mirato a garantire LNG americano in Europa", ha dichiarato Medfevev . Gli Stati Uniti si stanno aprendo a nuovi mercati per le esportazioni di Lng, tra cui l'Europa.  Medvedev ha inoltre affermato di sperare che il presidente americano non approvi le nuove sanzioni."Speriamo che, innanzitutto, il progetto di legge non sia ancora passato; Senza la firma del presidente non può diventare legge ", ha aggiunto.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154