EurActive.it

Home > News > Siria, Ue lancia appello per fermare bombardamenti

di Francesco Chierchia | MF-Dow Jones News

Facebook Twitter Linkedin
Siria, Ue lancia appello per fermare bombardamenti

23/02/2018 16:40

Macron, Merkel e Mogherini in prima linea per porre fine alle stragi nel Paese. Ankara attacca Putin ed Assad. Dal 18 febbraio ad oggi le vittime del regime sono oltre 440

Parigi, Berlino e Bruxelles chiedono che i bombardamenti sull'enclave siriana ribelle della Ghouta orientale vengano sospesi immediatamente.

Oggi il presidente francese Emmanuel Macron e la cancelliera tedesca Angela Merkel hanno inviato una lettera congiunta al leader russo Vladimir Putin, chiedendogli di fare tutto il possibile affinchè la bozza di risoluzione presentata al Consiglio di sicurezza dell'Onu da Svezia e Kuwait per una tregua di 30 giorni a Damasco venga approvata.

Ad annunciare l'invio della lettera è stato lo stesso Eliseo attraverso un comunicato, sottolineando però che "in questo momento non sappiamo quale sarà l'atteggiamento della Russia".

Sulle stragi di Damasco è intervenuta nelle scorse ore anche Bruxelles, chiedendo a tutte le parti coinvolte di "fermare il massacro" in atto da sei giorni nella regione.

"L'Unione europea è rimasta senza parole per descrivere l'orrore vissuto dai residenti del Ghouta orientale", ha affermato in un comunicato l'Alto rappresentante della politica estera ue, Federica Mogherini, ribadendo che "i massacri devono fermarsi immediatamente".

Le azioni portate avanti da Mosca e Damasco sono state condannate inoltre dal ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, secondo cui "i raid aerei in Ghouta sono inaccettabili. Russia e Iran dovrebbero fermare il regime". ù

Stando ai dati diffusi dall'Osservatorio siriano per i diritti umani, finora i bombardamenti del regime di Assad hanno causato almeno 440 vittime ed oltre 2.000 feriti.

La decisione del Consiglio di sicurezza dell'Onu sulla risoluzione siriana è attesa nelle prossime ore e, se dovesse essere approvata, le organizzazioni umanitarie otterrebbero l'autorizzazione per poter entrare nell'area ad est di Damasco e soccorrere i civili.


TAG




EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2018 Partita IVA 08931350154