EurActive.it

Home > News > Tra Italia e Canada c'è intesa totale

di Mf-DowJones News

Facebook Twitter Linkedin
Tra Italia e Canada c'è intesa totale

30/05/2017 15:27

Oggi a Roma il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha incontrato il primo ministro canadese, Justin Trudeau. Durante il colloquio a villa Madama, i due leader si sono confrontati su sicurezza, investimenti, cooperazione e clima, trovandosi in piena sintonia

"Italia e Canada hanno relazioni eccellenti con radici antiche, alimentate da punti di vista in comune su molti aspetti", ha spiegato il presidente del Consiglio durante la conferenza stampa congiunta con Trudeau, aggiungendo che "la relazione tra i due Paesi è alimentata da una visione comune su molti punti della congiuntura internazionale".

Il premier ha poi sottolineato che con il leader canadese ci sono "punti di vista comuni sulla sicurezza internazionale, sulla lotta al terrorismo, sulla difesa e sulla promozione libero mercato e scambi internazionali, sulla necessitá di un atteggiamento positivo verso la sfida dei flussi migratori e sulla difesa dell'ambiente".

"Anche le relazioni economiche tra i due Paesi sono molte positive e oggi stesso Trudeau incontrerá esponenti di Confindustria", ha proseguito Gentiloni, dicendosi convinto che "i rapporti si possono migliorare sia dal punto di vista della presenza di imprese italiane in Canada che dal punto di vista della capacitá italiana di attrarre imprese canadesi".

Trudeau ha definito l'incontro di oggi "proficuo", sottolineando che "l'alleanza che lega l'Italia e il Canada ne è uscita rafforzata". Il primo ministro del Canada ha poi ringraziato Gentiloni e i cittadini italiani "per la calorosa accoglienza che hanno riservato non solo a me, ma anche al resto della delegazione canadese", ricordando che "nelle ultime settimane Paolo e io abbiamo avuto l'occasione di incontrarci diverse volte prima a Ottawa, poi piú recentemente durante il G7 e abbiamo concluso oggi a Roma un altro incontro molto proficuo".

"L'incontro - ha proseguito Trudeau - è stato un'occasione non solo di rafforzare l'alleanza che lega l'Italia e il Canada, ma anche per parlare di come possiamo collaborare per migliorare le vite dei cittadini canadesi e di quelli italiani". Quanto ai contenuti dell'incontro, "abbiamo parlato prima di tutto dell'importanza degli scambi commerciali e di come creare nuove opportunitá per creare occupazione per il ceto medio su entrambe le sponde dell'Atlantico in collaborazione con i nostri partner italiani".

Il leader di Ottawa è poi entrato nel merito dell'accordo di Parigi sul clima, dal quale, al momento, il presidente Usa, Donald Trump, sembra volersi sfilare. "Abbiamo ribadito il nostro impegno sul cambiamento climatico - ha detto -  ratificheremo l'accordo ed entrerá in vigore".

Anche Gentiloni ha ribadito che l'Italia non arretrerá sull'accordo sul clima. "Abbiamo preso atto di una posizione diversa degli Stati Uniti. Mi auguro che questa situazione si sciolga in senso positivo, ma deve essere molto chiaro che l'Italia per gli accordi Parigi ha un impegno che continua e dal quale certamente non intende arretrare", ha scandito il premier.

Entrambi i leader hanno poi parlato del Ceta, l'accordo economico, commerciale e globale tra Canada e Unione europea assicurando che a breve entrerá in vigore. "Abbiamo approvato da poco il Ceta, l'accordo commerciale piu avanzato firmato dalla Comunitá europea, di cui l'Italia è stata all'avanguardia. Sono certo che la legge di ratifica varata dal Governo sará approvata dal Parlamento in tempi rapidi", ha affermato il premier italiano.

Si tratta di "un accordo commerciale che ridurrá le barriere commerciali tra il Canada e i suoi partner europei rendendo piú economico l'acquisto di prodotti europei per le famiglie canadesi e creando piú opportunitá per gli imprenditori di creare un giro di affari piú ampio", ha aggiunto Trudeau.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154