EurActive.it

Home > News > Trump al Congresso: è il momento migliore del sogno Usa

di Francesco Chierchia | MF-Dow Jones News

Facebook Twitter Linkedin
Trump al Congresso: è il momento migliore del sogno Usa

31/01/2018 15:50

Nel suo discorso sullo Stato dell'Unione il presidente ha illustrato i risultati ottenuti dal suo insediamento alla Casa Bianca, ribadendo però la necessità di trovare compromessi su alcune questioni cruciali

Economia, crescita, occupazione e sicurezza. Sono questi i temi affrontati dal presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, durante il suo primo discorso sullo Stato dell'Unione davanti al Congresso.

Nel corso del suo intervento, durato circa un'ora e mezza, il presidente ha sottolineato che si sta "costruendo un'America sicura, forte e orgogliosa". "Questo è il nuovo momento americano - ha proseguito - non c'è mai stato un momento migliore per vivere il sogno Usa".

Il tycoon ha riservato successivamente grande spazio ai successi della sua amministrazione sul fronte economico, sottolineando che "come promesso al popolo americano da questo stesso podio 11 mesi fa, abbiamo attuato i più imponenti tagli alle tasse della storia".

Dall'approvazione della riforma fiscale "circa tre milioni di lavoratori hanno già ottenuto bonus, molti dei quali per migliaia di dollari", inoltre "Apple investirá 350 miliardi di dollari in America ed Exxon Mobil ne investirá circa 50", ha affermato.

Altro punto saliente del discorso è stato quello dell'occupazione. "Dall'elezione sono stati creati 2,4 milioni di nuovi posti, la disoccupazione ha registrato il valore minimo negli ultimi 45 anni anni", ha spiegato Trump, ribadendo che "le aziende stanno tornando negli Usa, vogliono stare dove c'è l'azione".

Dopo aver illustrato le vittorie politiche, il numero uno della Casa Bianca ha invitato il Congresso, oramai diviso su molte questioni, ad una cooperazione funzionale per il Paese.

"Chiedo a tutti di accantonare le differenze per cercare punti in comune che consentano di arrivare all'unitá", ha dichiarato, proponendo poi ai democratici "un compromesso" sul tema immigrazione, così che "il Paese possa ottenere le riforme importanti di cui ha bisogno. Per 30 anni Washington ha tentato ed fallito nel risolvere questo problema e questo Congresso può finalmente riuscirci".

In particolare, la riforma dell'immigrazione si dovrà basare su quattro pilastri: la legalizzazione dei dreamers, il finanziamento del muro alla frontiera con il Messico, la chiusura della lotteria con in palio i permessi di soggiorno e l'apertura solo ai parenti stretti degli immigrati in regola.

In relazione alla politica internazionale, "Mosca e Pechino minacciano l'economia americana, i nostri interessi e i nostri valori, e per questo occorre rendere piú forti le forze armate", ha concluso Trump, ribadendo poi come gli Usa siano schierati al fianco del popolo iraniano "contro una dittatura corrotta".


TAG




EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2018 Partita IVA 08931350154