EurActive.it

Home > News > Trump attacca Fbi e dipartimento Giustizia: indagini politicizzate

di Francesco Chierchia | MF-Dow Jones News

Facebook Twitter Linkedin
Trump attacca Fbi e dipartimento Giustizia: indagini politicizzate

02/02/2018 17:00

Il numero uno della Casa Bianca sembra convinto a voler pubblicare il dossier della commissione Intelligence sul caso Russiagate. Per l'ex direttore della Cia esiste il rischio di una crisi costituzionale

Attacco frontale del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ai vertici dell'Fbi e al dipartimento di Giustizia, colpevoli secondo il tycoon di aver politicizzato le indagini sul Russiagate a favore dei democratici, penalizzando così i repubblicani.

"I massimi dirigenti e gli investigatori dell'Fbi e il dipartimento di Giustizia hanno politicizzato il sacro processo investigativo in favore dei democratici e contro i repubblicani - ha scritto Trump su Twitter - Una cosa che sarebbe stata impensabile fino a poco tempo fa".

La presa di posizione del presidente arriva in un momento chiave per il Paese, visto che nel corso della giornata dovrebbe esser reso di dominio pubblico il "dossier Nunes", ovvero i documenti in grado di dimostrare come le autorità abbiano effettivamente abusato dei loro poteri nell'inchiesta sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali.

Il tycoon, infatti, sembra essere fortemente deciso ad autorizzare la pubblicazione delle carte.

Secondo il Washington Post, Trump avrebbe ricevuto il dossier curato dalla commissione Intelligence della Camera lo scorso 18 gennaio e "dopo averne parlato con amici e advisor, ancor prima di leggerlo, si è assolutamente convinto di una cosa: il memo sarebbe dovuto essere pubblicato".

Dall'altro lato, sia l'Fbi sia il Ministero di Giustizia statunitense si sono dichiarati contrari alla diffusione del dossier, contestandone cura e contenuti.

Sul punto è intervenuto con allarme anche l'ex direttore della Cia, Leon Panetta, secondo cui in caso di via libera di Washington alla pubblicazione "gli Usa rischiano una crisi costituzionale".

In particolare, nel corso di un'intervista alla Nbc Panetta ha spiegato che quando il rapporto tra potere giudiziario ed esecutivo "si rompe e il presidente afferma di voler pubblicare il rapporto indipendentemente da quello che pensano l'Fbi e il dipartimento di Giustizia, allora si crea quello che io considero una crisi costituzionale".


TAG




EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2018 Partita IVA 08931350154