EurActive.it

Home > News > Ue: Commissione adotta comunicazione su proposte Web Tax

di Elisabetta Rovis | Mf-DowJones News

Facebook Twitter Linkedin
Ue: Commissione adotta comunicazione su proposte Web Tax

21/09/2017 14:12

Nuovo passo avanti di Bruxelles verso la definizione di uno schema fiscale da applicare al settore digitale. Per il vicepresidente Dombrovskis "le societá dovrebbero pagare le tasse dove svolgono la loro attivitá economica effettiva"

La Commissione europea ha adottato una comunicazione sulla tassazione dell'economia digitale con l'obiettivo di arrivare a un quadro europeo coerente in vista del completamento del Mercato unico digitale e di assicurare una tassazione equa ed efficace su tutte le società.

La comunicazione di oggi apre la strada a una proposta legislativa sulle regole europee, come ribadito dal presidente Jean-Claude Juncker nel discorso sullo Stato dell'unione, che è attesa nella primavera del 2018. Andrus Ansip, vice presidente per il Mercato unico digitale, ha sottolineato che "servono regole moderne per la tassazione in modo da incoraggiare l'innovazione e la crescita. Occorre quindi un quadro fiscale aggiornato e sostenibile per fare certezza legale, incentivi per la crescita e uguali condizioni di partenza per tutte le imprese. La Commissione continua a lavorare per una revisione complessiva delle norme fiscali".

L'obiettivo della Commissione, ha affermato il commissario per gli Affari economici Pierre Moscovici, "è sempre stato quello di assicurare che le società paghino una parte equa di tasse nel luogo in cui generano profitti. Le imprese digitali ricavano grandi profitti dai loro milioni di utenti, anche se non hanno una presenza fisica in Europa. Ora vogliamo creare un terreno comune in modo che le società attive nella Ue possano competere in modo equo".

La Commissione sottolinea che le norme attuali non si adattano alla situazione delle imprese, perchè sono state adottate per un'economia tradizionale. Il livello effettivo di tassazione delle società digitali nella Ue è stimato essere la metà di quello per le imprese tradizionali. Allo stesso tempo, le misure adottate in modo unilaterale dagli Stati membri per risolvere il problema potrebbero creare nuovi ostacoli allo sviluppo del Mercato singolo. La presidenza estone continuerà a lavorare su questo tema, in modo da arrivare entro la fine dell'anno a conclusioni del Consiglio chiare e ambiziose.

Nel frattempo, la Commissione continuerà ad analizzare le diverse opzioni,consultandosi con gli stakeholders e i rappresentanti dell'industria. Nella primavera del 2018 è atteso il rapporto dell'Ocse per ilk G20 che dovrebbe proporre soluzioni appropriate ed efficaci sulla tassazione dell'economia digitale a livello internazionale, e che possono essere inserite nella proposta della Commissione per le regole vincolanti nel Mercato unico europeo.

In caso contrario, la Commissione sarà comunque pronta a presentare una proposta legislativa autonoma.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154