EurActive.it

Home > News > Ue: Commissione aumenta disponibilità pagamenti PAC per agricoltori in difficoltà

di Samuel White - EURACTIV.com | Traduzione di Francesco Chierchia

Facebook Twitter Linkedin
Ue: Commissione aumenta disponibilità pagamenti PAC per agricoltori in difficoltà

07/09/2017 14:30

Bruxelles ha deciso rivedere le proprie regole sui pagamenti anticipati della Politica Agricola Comune in dieci Paesi membri. La decisione arriva in seguito agli eventi climatici avversi che negli ultimi mesi hanno arrecato danni considerevoli agli agricoltori Ue

A partire da quest'anno, viste le numerose perdite economiche subite, agli agricoltori di Belgio, Repubblica Ceca, Spagna, Italia, Lettonia, Lituania, Ungheria, Polonia, Portogallo e Finlandia saranno accordate quote maggiori dei pagamenti diretti anticipati previsti dalla PAC. Inoltre, l'Ue predisporrà dei finanziamenti per lo sviluppo rurale nelle zone con maggiori difficoltà.

Lunedì la Commissione ha annunciato di voler innalzare il limite dei pagamenti diretti anticipati dal 70% all'85% dell'importo totale di cui gli agricoltori possono usufruire. Mentre per quanto riguarda i fondi di sviluppo rurale, la soglia verrà portata dal 50% al 75%. I pagamenti anticipati relativi al prossimo anno partiranno dal 16 ottobre.

Le temperature estreme e la siccità verificatesi nell'Europa meridionale, e il clima insolitamente umido nel Nord del continente hanno influito in maniera altamente negativa sui rendimenti delle colture, mettendo a dura prova i contadini.

I viticoltori della Francia, ad esempio, hanno previsto che il loro raccolto 2017 sarà inferiore del 18% rispetto allo quello del 2016, che già di per sè era stato tra i più poveri degli ultimi decenni. In Italia poi gli studi sui raccolti gricoli hanno annunciato un probabile e preoccupante -20% rispetto allo scorso anno. Simili risultati derivano da quella che è stata una delle estati più calde degli ultimi anni, con punte fino a 55 °C.

Una situazione forse anche peggiore si è verificata in Belgio. Stando a quanto emerso da un sondaggio condotto dal dipartimento agricolo fiammingo e dall'associazione delle cooperative orticole belghe (VBT), gli agricoltori di mele del Paese si aspettano una riduzione del 68% della produzione rispetto al 2016. 

Iscriversi all'elenco dei pagamenti PAC è possibile ancora oggi, la richiesta sarà poi oggetto di una valutazione della Commissione.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2020 Partita IVA 08931350154