EurActive.it

Home > News > Ue: dazi sull'importazione d'acciaio galvanizzato cinese

di EURACTIV.com e Reuters | Traduzione di Francesco Chierchia

Facebook Twitter Linkedin
Ue: dazi sull'importazione d'acciaio galvanizzato cinese

10/08/2017 15:06

L'Unione europea ha imposto dei dazi provvisori (fino al 28,5%) sull'importazione d'acciaio cinese resistente alla corrosione. La misura restrittiva arriva dopo un'inchiesta di settore sull'assegnazione di sovvenzioni sleali

Ieri la Commissione europea ha deciso di imporre dei dazi provvisori sull'importazione d'acciaio galvanizzato cinese, la cui produzione verrebbe favorita da alcuni sussidi irregolari. Bruxelles si è mossa dopo un'indagine durata otto mesi, ed in seguito ad una denuncia dell'Associazione Eurofer, di cui sono membri ArcelorMittal, ThyssenKrupp e Tata Steel Europe.

Secondo la banca d'investimento Jefferies, solamente quest'anno le importazioni d'acciaio cinese resistente alla corrosione sono aumentate del 45%, e costituiscono il 51% dell'import europeo in questo settore.

"La denuncia sporta da Voestalpine, Thyssenkrupp e ArcelorMittal apre oggi un'opportunità positiva per aumentare le quote del mercato domestico ed i margini di guadagno", hanno affermato alcuni analisti della Jefferies.

Dopo che le imprese dell'Unione hanno spesso protestato negli ultimi anni contro le sovvenzioni illegali ricevute dall'industria cinese, l'Unione europea ha quindi deciso di colpire Pechino (che produce metà dell'acciaio mondiale) attraverso dazi antidumping applicabili su vari prodotti siderurgici.

La Commissione ha inoltre specificato che le misure adottate permetteranno di tutelare i produttori di almeno 15 paesi Ue.

"Si è giunti alla conclusione provvisoria che l'imposizione delle misure contribuirebbe alla ripresa dell'industria dell'Unione, generando un aumento dei prezzi tale da consentire all'intero settore di ritornare ad una situazione redditizia", recita un comunicato di Bruxelles.

I dazi, che possono variare dal 17,2% al 28,5%, influenzeranno l'attività di Hesteel Group, Shougang Group, Shagang Group e di diverse altre società.

Le imprese che volessero contestare la decisione dell'Unione potranno farlo attraverso un'udienza entro i prossimi 25 giorni.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154