EurActive.it

Home > News > Ue sostiene i produttori spagnoli di olive contro le indagini Usa

di Paola Tamma e Samuel White - EURACTIV.com | Traduzione di Francesco Chierchia

Facebook Twitter Linkedin
Ue sostiene i produttori spagnoli di olive contro le indagini Usa

28/08/2017 16:18

La Commissione europea intende schierarsi al fianco dei produttori spagnoli di olive nere contro i procedimenti anti-dumping annunciati recentemente dagli Stati Uniti. Il timore è che la lista dei prodotti Ue soggetti a restrizioni possa ampliarsi

Il 21 giugno scorso, in seguito ad una petizione di molti coltivatori californiani, il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti (DOC) ha aperto un'indagine sulla presunta concorrenza sleale di alcuni produttori spagnoli. In particolare, secondo gli agricoltori Usa le olive nere iberiche verrebbero vendute a prezzi inferiori negli Stati Uniti rispetto quanto accade invece sul mercato spagnolo.

La decisione del DOC sulla questione dipenderà da come verranno interpretate le sovvenzioni previste dalla Politica Agricola Comune dell'Ue (PAC), le quali potrebbero essere intese anche come 'distorsioni del commercio'. Le autorità europee intanto ribadiscono che i procedimenti attuati finora sono conformi alle regole OMC.

"La Commissione europea rappresenta una delle parti interessate da queste indagini e garantisce ai produttori spagnoli il sostegno e l'assistenza necessari nel corso dell'iter legislativo", ha riferito un portavoce della Commissione ad EURACTIV.

Qualora gli investigatori statunitensi dovessero stabilire che Madrid ha goduto di vantaggi commerciali ingiusti, le misure antidumping potrebbero essere redatte entro la metà di settembre ed essere pienamente operative entro la fine di novembre.

Per l'associazione Ue degli agricoltori e delle cooperative agricole, Copa-Cogeca, uno scenario simile costiuirebbe un "pericoloso precedente" per le esportazioni agroalimentari del blocco, e potrebbe comportare ulteriori penalizzazioni per altri settori sostenuti dalla PAC.

"Come accade ogni qual volta un Paese straniero avvia delle indagini contro prodotti europei, anche in questo caso la Commissione europea sta monitorando attentamente i procedimenti anti-dumping statunitensi verso le importazioni di olive provenienti dalla Spagna, e sta intervenendo per difendere i diritti dei produttori iberici", ha sottolineato un portavoce della Commissione.

Inoltre, una fonte interna a Bruxelles ha sottolineato che la maggior parte delle misure di sostegno agricolo dell'Ue è conforme alle regole dell'OMC, il che significa che esse non hanno alcun impatto negativo sul funzionamento dei mercati. "Dato che queste sovvenzioni non distorcono il commercio, di conseguenza non possono avere alcun effetto sulla produzione e quindi non ci sono motivi perchè vengano imposte delle misure antisovvenzioni dell'OMC", ha spiegato.

Sullo stesso punto è voluto intervenire anche il segretario generale della Copa-Cogeca, Pekka Pesonen, secondo cui "i finanziamenti PAC sono in linea con le disposizioni dell'OMC e pertanto non si tratta di misure in grado di alterare la concorrenza".





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2019 Partita IVA 08931350154