EurActive.it

Home > News > Un'isola greca produce tutta l'energia che le serve

di Angelica Ratti - ItaliaOggi

Facebook Twitter Linkedin
Un'isola greca produce tutta l'energia che le serve

07/09/2017 09:40

Tilos, in Grecia, è la prima isola nel Mediterraneo a poter contare su una piena autonomia energetica

La piccola isola greca di Tilos, poco più di 500 abitanti, e 13 mila turisti l'anno, ha puntato sulle energie rinnovabili e entro fine mese sarà in grado di raggiungere l'autonomia energetica. In pratica, potrà produrre da sola tutta l'energia che le serve.

È la prima di tutto il Mediterraneo ad aver raggiunto un simile risultato.Tilos, 65 chilometri quadrati appena, sembra isolata dal mondo: fa parte dell'arcipelago del Dodecaneso, a Sud-est nel Mar Egeo, poco lontano dalle coste della Turchia. Con il suo primato in campo energetico sarà d'esempio per tutta la Grecia. Dal 2006 l'isola è stata dichiarata parco naturale e iscritta nella rete europea di protezione dell'ambiente Natura 2000.

Tilos è stata scelta due anni fa dall'istituto di educazione tecnologica del Pireo per realizzare un territorio indipendente dal punto di vista della produzione dell'energia per partecipare al programma europeo di ricerca e di innovazione Horizon 2020. All'isola è andato un finanziamento di 15 milioni di euro, dei quali 11 di fondi europei e 4 milioni da parte di investitori privati, secondo quanto ha riportato Le Monde.

Il gruppo Eunice Energy, pioniere greco delle rinnovabili, ha fornito un impianto eolico e dei pannelli fotovoltaici per un milione di euro, nonostante la crisi economica che ha schiacciato la Grecia. Ogni anno il governo spende 700 milioni di euro per l'elettrificazione delle isole greche. Puntando sulle rinnovabili la Grecia potrebbe ottenere importanti economie. 

I pannelli solari installati nel centro dell'isola hanno una capacità massima di 400 chilowatts (Kw), l'eolico, sistemato di fronte alle coste turche, ha una potenza di circa 800 Kw. In questi giorni sono installate delle batterie che permettono lo stoccaggio delle energie prodotte dalle fonti rinnovabili che rispettano la fauna dell'isola che conta all'incirca 150 specie di uccelli.

L'installazione degli impianti eolici e solari è avvenuto senza proteste da parte degli abitanti dell'isola, diversamente da quanto è accaduto in altre regioni della Grecia, e adesso danno lavoro ad una ventina di isolani. E si capisce perchè non c'è stata opposizione: in passato l'isola di Tilos dal punto di vista energetico è stata dipendente da Kos, alla quale è collegata con un cavo sottomarino. E ha conosciuto diversi problemi di approvvigionamento: spesso si verificavano black out che potevano durare anche otto ore.

Da settembre i nuovi impianti per la produzione di energia rinnovabile permetteranno di coprire l'85% del fabbisogno dell'isola. E questo contribuirà ad attirare, è l'auspicio, un turismo di qualità.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154