EurActive.it

Home > News > Usa: possibile divieto laptop anche su aerei europei

di EURACTIV.com e AFP | Traduzione di Francesco Chierchia

Facebook Twitter Linkedin
Usa: possibile divieto laptop anche su aerei europei

18/05/2017 08:49

Ieri alti funzionari statunitensi ed Ue hanno discusso sulle "gravi minacce in evoluzione" per la sicurezza aerea. Washington medita sull'introduzione del divieto di portare laptop in cabina anche sui voli provenienti dell'Europa

La Casa Bianca e Bruxelles hanno comunicato che terranno ulteriori colloqui sul tema, e che si incontreranno nuovamente settimana prossima a Washington.

"Entrambe le parti si sono scambiate informazioni sulle nuove e gravi minacce per la sicurezza aerea, discutendo anche delle misure da adottare per affrontare tali minacce", afferma una dichiarazione congiunta.

Inoltre, ulteriori discussioni sono state tenute su "gli standard di sicurezza dell'aviazione e le capacità di rilevazione delle minacce".

La scorsa settimana, il Dipartimento per la Sicurezza Nazionale americano ha scatenato forte preoccupazione in Europa, affermando di voler presto estendere il divieto di portare dispositivi informatici a bordo aereo anche alle compagnie di volo europee.

Il commissario europeo per gli Affari Interni, Dimitris Avramopoulos, ed il commissario per i Trasporti, Violeta Bulc, hanno partecipato a quattro ore di "robusti" colloqui con una delegazione statunitense guidata da Elaine Duke.

Secondo un funzionario americano, il segretario per la Sicurezza Nazionale John Kelly starebbe pensando ai prossimi passi da fare e baserà ogni decisione su una scrupolosa valutazione delle minacce. "Il segretario Kelly non ha ancora preso la decisione di estendere le restrizioni sui laptop nelle cabine degli aeromobili (anche alle compagnie Ue, ndr), ma tale decisione è attualmente in fase di considerazione", ha dichiarato il funzionario.

L'introduzione di un simile divieto potrebbe comportare gravi danni, anche economici, con più di 3.250 voli a settimana in programma dall'Ue agli Stati Uniti durante l'estate.

Alcuni esperti, inoltre, sostengono rappresenterebbe un rischio per la sicurezza di riporre i dispositivi informatici assieme ai bagagli in quanto le batterie dei laptop potrebbero andare a fuoco.

A marzo, Washington ha vietato ai passeggeri di otto paesi dell'Africa settentrionale e del Medio Oriente di portare a bordo computer portatili, tablet ed altri dispositivi che siano più grandi dei telefoni cellulari.

In seguito, anche la Gran Bretagna ha introdotto un divieto simile per i voli in arrivo da sei paesi del Medio Oriente e del Nord Africa.

Tali decisioni, che quindi obbligano i passeggeri a riporre i dispositivi all'interno di un bagaglio registrato e controllato, sono scaturite dalle preoccupazioni che i gruppi jihadisti possano progettare bombe ed esplosivi simili alle comuni batterie degli articoli elettronici di consumo.

A tal proposito, una bomba cha ha causato un foro nella fusoliera di un aereo somalo a febbraio 2016, uccidendo anche una persona, si sospetta sia stata costruita utilizzando proprio un pc portatile introdotto nella cabina passeggeri.





EurActiv Network
Milano Finanza Interattivo © Milano Finanza 2017 Partita IVA 08931350154